Trai vantaggio dai consigli che un saggio mette egli stesso in pratica (Hazrat Ali)

Trai vantaggio dai consigli che un saggio mette egli stesso in pratica (Hazrat Ali) Il prezzo della conoscenza è la responsabilità di condividere (Anonimo)

venerdì 12 aprile 2013

CONSAPEVOLEZZA


 
consapevolezzaDi Gianluigi Lancellotti
 
Il vecchio paradigma, ancora in gioco matericamente, ha rappresentato per noi la manifestazione del potere e del controllo, il nuovo, di cui si parla riguarderà l’assenza del potere e del controllo e conseguentemente la manifestazione dell’Amore.
Ogni visione e descrizione di quello che comunico è in ordine a questo e collegata alla visione dello scopo dell’universo.
Il mio visionare è semplicemente la forma che ha preso la mia esperienza sul campo, ho letto molto poco nella mia vita, forse mi sono capitate le giuste letture, ma l’approccio a quelle letture, non legato solo alla comprensione intellettiva, ma al sentire, mi ha fatto formare l’idea che la conoscenza non è il sapere ma l’essere quel sapere, cioè collegato all’essenza di un individuo, l’essenza di un individuo è la somma totale del sangue che è circolato nel suo corpo, analogicamente ad un sistema solare nella trasmissione di informazioni, perchè come in basso così in alto si riferisce anche alla analogia che c’è tra il sistema corpo umano e qualunque sistema esistente nell’universo.
Lo scopo di ogni forma di vita presente nell’universo risponde al principio di radianza o di consapevolezza, che è la linea evolutiva, quindi di trasformazione ciclica delle materie, materia ed energia sono la stessa cosa. Lo stato delle materie in via analogica e pratica è visibile attraverso un elemento che conosciamo bene, l’acqua, stato solido ghiaccio stato liquido e stato gassoso, cambiamenti dovuti alla temperatura,(radianza).

L’unica chiave naturale per l’osservazione di ogni fenomeno è quella simbolica, i simboli sono contenitori di informazioni, quindi contenitori di energia, noi lavoriamo costantemente con le energie, è sufficiente la risonanza con i simboli reali originari perchè si producano manifestazioni utili a quel lavoro.
Oggi la conoscenza è risonanza, per questo è sufficiente lasciare andare tutti i simboli artificiali prodotti dal vecchio paradigma perchè ci si possa immettere naturalmente nel nuovo.
Qualunque informazione o conoscenza che venga proposta che non sia direttamente risonante e visibile ha a che fare con il vecchio, quindi caratterizzata dal controllo.
 Ogni anima presente oggi sulla terra ha un suo personale compito di identità e funzionalità, ogni movimento che non vada direttamente in tal senso assume la caratteristica di girare su sè stesso, è peccato per le leggi spirituali ogni cosa che non serva, ogni manifestazione che non sia orientata a mettere in luce, che non lavori per la consapevolezza, quindi per l’evoluzione.
 Quando affermo che i maestri sono partiti, intendo mostrare che il nuovo paradigma riguarda la possibilità di ognuno di essere maestro di sè stesso, che quindi l’anima collettiva sia consapevole della sua appartenenza unica ed univoca al sistema universo ed in ordine al suo scopo, chiunque divida o frammenti, o sia in empatia con la legge di dualità ha diritto di farlo perchè siamo qui ad imparare, ma deve sapere che fa semplicemente una scelta come anima di non lavorare per l’armonia.
 Non esiste il bene ed il male, tutto è movimento, tutto risponde a leggi precise in ordine a questo, in ordine a questo ogni scelta è solo caratterizzata dalla consapevolezza della stessa, la scelta è l’elemento base della nostra esistenza, e genera solo il nostro movimento, quindi non è giudicabile, in quanto il sistema è strutturato per evolversi, e l’evoluzione che è un ordine, un armonia, si sistema attraverso il bilanciamento fisico ed energetico cosmico di sistemazione e risistemazione, esempio, ad ogni manifestazione di disordine il sistema trova il bilanciamento al ristabilimento di un ordine, senza soluzione di continuità.

 Fin qui possiamo comprendere perchè il sistema pensiero, non serva ed abbia a che fare con tutto questo. La mente ordinaria è uno strumento e per tale va adoperato, quando lo strumento vuole adoperare noi, viene definito mentale, pensiamo ad uno strumento musicale, se siamo noi ad usare lui creando o se per assurdo possa usare lui noi, nella realtà questo avviene, ma la mente ordinaria opera con il pentasensoriale, quindi con un piano dimensionale diverso, e noi qua sulla terra ne abbiamo tre di piani.
la mente ordinaria opera naturalmente in ordine a ciò che può controllare del suo piano e tende a rendere invisibile tutto quello che ne sta fuori.
 Per questo è necessario uno scetticismo assoluto interfacciandosi con ogni aspetto della vita, e come dico io, io non credo neanche a me stesso.
qualunque passo o movimento dobbiamo fare va fatto in ordine all’idea che non sappiamo niente, per questo i simboli originari, quindi il gioco della vita consiste nella scoperta e nel vuoto continuo in ogni relazione con noi e l’esterno.
 Nessuno oggi presente sulla terra sa qualcosa in più di qualcun altro, altrimenti sarebbe altrove, si tratta solo di fare pulizia, di rendere vuote le nostre coppe, lasciare ogni attaccamento ed identificazione con la realtà del sistema attuale ed automaticamente le informazioni che arrivano dalla nostra galassia inizieranno a funzionare.
 C’è un sistema per vedere quale parte di noi è in essere, se la mente o l’anima, questo è determinato dalla percezione del tempo. Se il silenzio anticipa la parola è essenza(l’essenza è la parte di noi che mira a formare un’anima) se la parola anticipa il silenzio è mentale, meccanicità, parola e pensiero sono analoghi in molte circostanze, per chi gode dell’opportunità di essere in connessione i tempi cambiano naturalmente. Come pratica è possibile fare tre respiri profondi di tre secondi ognuno, quindi 3 per 3, 9
che corrisponde anche al tempo ciclico ed a dieci essere connessi con la dimensione superiore, che è già emanazione divina dove 3 rappresenta la legge del tre in forma geometrica, e dieci rappresenta l’1 manifestazione dello spirito e 0 della materia, lo spirito deve stare davanti alla materia.
 La spiritualità è semplicemente la conoscenza delle leggi spirituali e non una modalità o una moda come purtroppo oggi è possibile rilevare, ma anche le mode appartengono al vecchio.
Basta davvero poco per giocare, è sufficiente conoscere le regole base e dare libertà alla creatività, senza più nessuno che voglia controllare pseudo conoscenze solo per mantenere l’ombra, quindi il potere della luce, la luce è per tutti.
Om namah shivaya
Tratto Da:  CREATIVI CULTURALI

LE 5 FASI DEL RISVEGLIO SPIRITUALE INTERIORE

Una guida breve & approssimativa*




*approssimativa perché esistono moltissime varianti possibili per ogni persona all'interno della singola fase e ogni fase non è mai completamente isolata e può sovrapporsi a quella precedente o a quella successiva.

Per esempio possiamo trovarci ad attraversare una Fase di Rilascio molto difficile andando verso la Fase di Integrazione per poi riscoprire qualche vecchia valigia di cui ci eravamo completamente ‘dimenticati’: forse qualche credenza profondamente intessuta (e in precedenza trasparente) relativa alle ‘sante’ virtù di una procace sofferenza o povertà, oppure la nostra innata mancanza di valore in quanto Umano - il tutto grazie al precoce indottrinamento religioso.      

Oltre a ciò potremmo attraversare le ultime quattro frasi in maniera ripetitiva e comunque ogni volta che le ripetiamo ciò avviene in uno stato superiore di consapevolezza e a un nuovo livello di comprensione e grazie a ogni ciclo ci allontaniamo sempre di più dalla dualità per dirigerci verso la Nuova Energia.     

Non esiste un tempistica particolare per ogni fase o per l'intero processo. Tutto il processo di risveglio ha bisogno o potrebbe aver bisogno di parecchi anni... forse di più. Alcuni in questa vita potrebbero scegliere di arrivare solo alla fine della fase 2 e quindi restare nella dualità; queste persone non vengono meno onorate delle altre.



FASE 1 – LA NASCITA DELLA CONSAPEVOLEZZA

Fino alla Fase 1 di base siamo addormentati e inconsapevoli, immersi nella dualità con tutte le sue illusioni e attraversiamo le emozioni legate al fatto di essere un Umano - vita dopo vita. Adun certo punto accadde qualcosa: qualcuno bussa alla porta... una situazione molto difficile o una calamità personale ci spingono a cercare risposte REALI –  perché e percome. Forse si tratta di un libro che un amico ci ha dato, oppure veniamo attirati da una conversazione, da un corso o da un seminario. Può trattarsi semplicemente di un’esasperazione totale rispetto alla superficialità e alla futilità di tutto - della nostra esistenza al solo gusto di vaniglia dalle nove alle cinque, totalmente noiosa e esponenzialmente stressante. Qualsiasi cosa sia - e può essere diversa per ognuno di noi - questo fatto apre la porta e ora ci stiamo svegliando... ed è eccitante. Weeeeeee!          

FASE 2 – L’ELABORAZIONE

Segue poi l'elaborazione. Ora i nostri occhi sono aperti - almeno uno - ed è arrivato il momento di cominciare a esplorare, a scoprire di più e ad avere una comprensione migliore. In questo stadio particolare il negozio di libri metafisici diventa velocemente il posto che preferiamo nel mondo intero. Cominciamo a trascorrerci molto tempo e a spenderci molto denaro, tanto è vero che i clienti fissi cominciano a pensare che facciamo parte del personale e il proprietario ci ama in maniera incondizionata perché da soli gli paghiamo tutto l'affitto. Leggiamo un libro dopo l'altro ma non li leggiamo abbastanza in fretta (da far sapere ai nostri amici con la stessa velocità che abbiamo trovato una nuova illuminazione).           
Durante questa fase possiamo immergerci profondamente in Krishnamurti, Gibran, Il  Tao o qualsiasi altro modello di insegnamento canalizzato - Lazaris, Seth o il Corso in Miracoli. Possiamo anche fare un tuffo  nei vecchi testi di dualità popolare - Il Movimento del Potenziale Umano... potere illimitato, la parte competitiva, la padronanza di sé e la "roba giusta".       

Seguono poi diversi corsi e seminari - guarigione con i cristalli, vite precedenti, aromaterapia, meditazione, Maestri Ascesi, tantra-mantra, rotazione dei chakra e l'assoluta verità … e di tanto in tanto le vecchie fidate letture giusto per controllare che il nostro futuro sia pieno di cose belle. Tutto questo ci fa sentire così nuovi, così freschi e così buoni - ci sentiamo così bene che in effetti non ANDIAMO solo da un guaritore o FREQUENTIAMO solo i corsi fino alla fine di questa fase, ma alcuni di noi organizzano i corsi per ESSERE i guaritori e per INSEGNARE agli allievi. Mio Dio! Come siamo cambiati! In meno che non si dica appaiono delle sigle prima o dopo dopo il vostro nome e anche un titolo di ‘master’ in qualche cosa, magari due... anche il vostro sito personale con tutte le decorazioni! In effetti le persone ci danno del denaro per vederci! In tutta onestà, quanto meglio può andarvi? Quanto?   

Beh, il fatto è che meglio non va, almeno per un po' - da questo punto in poi le cose peggiorano per un po' - peggiorano parecchio. Noi chiediamo il ‘Vero’ Risveglio Spirituale, che si arrivi fino alla fine e così avviene. Una cosa che comprendiamo piuttosto in fretta è che tutto ciò che riguarda le migliaia di libri là fuori sugli scaffali dell’autoaiuto/new-age/potere personale/crescita personale…sono tutte stronzate! Con una manciata di eccezioni eccellenti, nessuno di questi libri ci avvicina neppure lontanamente a scoprire cos'è davvero la Vera Crescita Spirituale e il Reale Risveglio Spirituale  e comunque, stiamo per scoprirlo da soli... è la via difficile, ma sicuramente L’UNICA via.           

FASE 3 – IL RILASCIO

La fase di rilascio si manifesta quando rilasciamo il vecchio - TUTTO ciò che è vecchio. Si tratta del vero cuore della transizione, la passeggiata attraverso la fornace, i fuochi della trasformazione. Questo è il momento in cui il nostro intero mondo basato sulla dualità come la conosciamo inizia ad andare in frantumi e a precipitare; è il momento in cui il sistema della nostra realtà familiare e comoda comincia a cambiare - in modo radicale. Arriva il momento in cui i vantaggi spariscono dal palcoscenico, il tappeto ci viene tolto da sotto i piedi, la nostra rete di protezione sparisce, il nostro vecchio sistema di sicurezza non funziona, tutte le nostre amate pratiche spirituali diventano del tutto inutili e noi non sappiamo più chi siamo, dove ci troviamo e neppure che giorno è. In quel momento veniamo sfidati, messi alla prova e spogliati fino al nocciolo, il nostro vecchio sé duale muore per dare vita al nostro Nuovo Sé Divino. Questo è lo stadio che descriviamo nel  con Pulsante del Panico, nella pagina relativa ai Suggerimenti per la Transizione e sulla Home page. Il minimo che si possa dire su questo periodo è che è molto difficile ed estremamente confuso... eppure lo superiamo, anche se a volte abbiamo l'impressione che le prove e le tribolazioni non avranno mai fine. 

FASE 4 – L’INTEGRAZIONE

E’ la fase in cui ci riuniamo al nostro Vero Sé Superiore, Sé Dio o Spirito e non utilizzando una delle pratiche basate sulla vecchia dualità - preghiera, meditazione, affermazione, invocazione, rituale magico, cerimonia sacra - ma semplicemente ‘permettendolo’. Interessante, non è vero, come molte cose sono cambiate nella Nuova Energia?


FASE 5 – L’ESPRESSIONE    

E’ la fase in cui cominciamo a vivere come non abbiamo mai vissuto o immaginato di vivere prima... festeggiando la vita come se fosse... con totale compassione e comprensione e senza karma, senza dramma, senza ruoli, senza programmi né illusioni. Questa è la fase in cui comprendiamo DAVVERO e apprezziamo l'immensità del fatto di essere integri e uno con noi stessi. Questo è il momento in cui tutti i ‘giochi mentali’ della Vecchia Energia finiscono  - tutte le lotte, gli sforzi, il controllo e la manipolazione - mentre inizia una ‘vita sincronica’ nella Nuova Energia.  Si tratta di una vita in cui tutto si trova nel perfetto flusso divino, in cui qualsiasi cosa che possiamo aver bisogno o desiderare appare precisamente al momento giusto – ORA!

Questa è la fine del viaggio cui ogni pratica spirituale basata sulla dualità nella sua forma più pura allude - addirittura promette - ma non può mai mantenere.

Questo è il momento in cui tutte le ricerche e i tentativi finiscono mentre inizia l’avventura di VIVERE... quando non ci troviamo più imprigionati nelle maglie del passato o nella paura del futuro.         

Questo è il momento in cui le nostre più sacre verità – la saggezza dell’età – possono essere sostituite istantaneamente da verità incommensurabilmente più vaste.       

Questo è il momento in cui viviamo come se ogni singolo giorno fosse sia il primo che l’ultimo – e in effetti è così.      

Questo è il momento in cui nulla è certo ma nulla è incerto; dove nulla funziona come prima eppure tutto funziona – in modo perfetto e divino.         

Questo è il momento in cui siamo sempre più veri con noi stessi e reali per gli altri – quando pratichiamo ciò che diciamo e viviamo il nostro amore. 

Questo è il momento in cui la nostra compassione ci spinge alle lacrime mentre la nostra tolleranza verso la disonestà, la falsa apparenza, il dogma e il nonsenso è pari a zero.

Questo è il momento in cui non abbiamo più bisogno di guru, swamis, canalizzatori, idoli, maestri, pedagoghi o ledaers….o di un qualsiasi presunto superpotere presente da qualche parte nel cielo.            

Questo è il momento in cui SAPPIAMO di Essere Anche Dio …e che anche chiunque altro lo è.


Se solo si svegliassero…  




Un abbraccio...
Gioia Villa
Tratto dal Sito: DIVINI UMANI

La morte sarà l'orgasmo supremo

 

Per me la morte non è la fine della vita, ma il suo estremo crescendo, l'attimo culminante della vita: è l'istante supremo dell'esistenza. Se hai vissuto nel giusto modo, se hai vissuto totalmente, momento per momento, se hai bevuto ogni goccia della linfa vitale, la morte sarà l'orgasmo supremo.
L'orgasmo sessuale non è nulla, se paragonato all'orgasmo che la vita ci dona; ma lo dona solo a coloro che conoscono l'arte di vivere totalmente, di essere totali.
La morte vi offre l'Assoluto, avvolto in una felicità orgasmica: il corpo viene lasciato per sempre alle spalle e il tuo essere si fonde nel Tutto: è uno spazio incommensurabile. Se fondersi con una sola persona porta con sè una felicità immensa, prova a pensare: quanta gioia avrai, fondendoti con l'infinito!
Ma non accade a tutti coloro che muoiono, perchè le persone che non hanno vissuto nel giusto modo, non possono morire nel giusto modo:  coloro che hanno vissuto in una profonda inconsapevolezza, moriranno profondamente inconsapevoli. La morte ti portrà solo ciò che hai vissuto per tutta la tua vita: è l'essenza di tutta la tua vita.
Se la tua è stata una vita di consapevolezza, se hai vissuto come "testimone", allora potrai essere testimone anche della morte. Se per tutta la vita sei stato centrato in te stesso, quieto, la morte diventerà, sotto molti punti di vista, l'ultima  sfida: la prova finale. E se riesci a restare centrato, quieto e tranquillo... e se osservi, come un testimone distaccato, allora non morirai una morte inconsapevole: la tua morte ti porterà sulla somma vetta della consapevolezza. E in questo caso, è più che certo, è ovvio che la si deva celebrare.
Quindi ogni volta che uno dei miei sannyasin muore, noi facciamo festa, cantiamo e danziamo... gli offriamo un bellissimo addio.
Osho

LuisLuce ha detto...
Personalmente posso immaginare che per l'anima ritornare a casa sia si un orgasmo, ma non potrei mettere insieme le sue esperienze per paragonarle a quelle che il corpo fisico può offrirci in questa realtà materiale. Prima farei una riflessione sulle differenti realtà dimensionali che le due percepiscono e la causa per cui questo avviene. Oggi e qui, mi soffermerei a valutare le differenze che ci sono tra l'anima, lo spirito e il corpo, cercando il più possibile una sintonia tra i pensieri, le parole, le azioni. Essere coerenti aiuta a vivere meglio. Benedico ogni istante di questo mio viaggio terreno, offrendomi e offrendo al mio prossimo il meglio. Poi quando arriverà il momento di passare in un'altra dimensione non so se potrò inviare un messaggio che aiuti coloro che sono rimasti a … terra a superare le interpretazioni che come mortali facciamo. Una Abbraccio Cosmico * LuisLuce
19 settembre 2010 17:23
LuisLuce ha detto...
@ Caro Alessandro, ritengo che qualsiasi mezzo che ci porta a liberare il corpo innalzandolo verso il divino possa dirsi "spirituale". Come donna, oltre all'estasi nell'amplesso, ricordo il momento in cui sono venuti alla "luce" i miei figli. Potrei parlare di orgasmo cosmico e di amore incondizionato. In questo caso mentre lo spirito entra in un corpo e muore alla vita terrena.... Senza limiti, dentro e fuori, avanti e indietro, l'universo incessantemente compie un atto d' amore! Ciao ♥
20 settembre 2010 19:53

IL SETTIMO SENSO....

 
 
 Come risposta ai cambiamenti del 2012
 
 
 
Risvegliarsi a realtà più grandi, al di là della nostra piccola realtà locale, presenta molti sintomi e molte sfumature. Sintomi comuni di risveglio sono cambiamenti nel modo di vedere il mondo, cambiamenti nel modo in cui il nostro corpo si rapporta al cibo e agli stimoli esterni. Spesso il corpo fa fatica a stare al passo con un cambiamento di coscienza. Essendo di natura più densa, non riesce ad adattarsi alla velocità dei cambiamenti energetici. Un esempio estremo è una scossa elettrica: l'energia elettrica è troppo forte per essere tollerata dal corpo. Ma i cambiamenti elettromagnetici, che sono più sottili, possono stimolare il corpo in tanti modi diversi. Se lo stimolo è nuovo e diverso da quelli conosciuti, il corpo può reagire con una sensazione di disagio. Molto comune è la rigidità della schiena, delle spalle e del collo, i dolori muscolari e alle giunture, difficoltà di digestione, testa annebbiata, perdite temporanee della memoria e scollegamenti dalla realtà.

Forse gli scollegamenti dalla realtà sono l'esempio migliore. Entriamo in una stanza e scopriamo di avere già fatto quello che avevamo intenzione di fare, anche se non ricordiamo di averlo fatto. Oppure, siamo convinti di avere fatto una certa cosa che invece non abbiamo fatto, anche se la memoria ci dice che l'abbiamo fatta. E' accaduto non solo a chi scrive, ma a molti, molti altri. Sono sintomi transitori di un cambiamento energetico. Quando i veli che nascondono la realtà si squarciano o diventano più sottili, la realtà stessa viene messa in discussione. La nostra coscienza sa che cosa sta accadendo, ma la mente razionale mette in dubbio la nostra sanità mentale.
Un altro esempio: ci ricordiamo di avere sostenuto una certa conversazione con una certa persona e ci ritroviamo a sostenere di nuovo la stessa conversazione con quella stessa persona. Ci sono solo piccole differenze tra la conversazione attuale e il ricordo che ne avevamo. La verità è che la conversazione di cui abbiamo il ricordo è accaduta al di fuori del mondo tridimensionale, nel futuro o in un'altra realtà dimensionale! La nostra coscienza è saltata al di là del continuum temporale. Lo stesso vale per le esperienze del déja vu: la coscienza ha già fatto quell'esperienza nel futuro, prima che accadesse nel mondo tridimensionale.

Poiché la coscienza non segue le stesse regole della maggior parte delle forme di energia, può andare dove vuole e quando vuole. Più progrediamo nella nostra evoluzione e più diventiamo consapevoli del nostro sé multidimensionale. Le porte si stanno aprendo di nuovo e abbiamo iniziato ad accorgercene.

Altri sintomi della presenza di altre realtà dentro di noi sono le intuizioni profonde e la sensazione di conoscere qualcosa senza sapere come facciamo a conoscerla. Sappiamo senza sapere come.

Mentre il processo circolare dell'evoluzione si avvicina al 2012 e sempre più persone rispondono alla chiamata, tutto il nostro essere si apre agli indizi della nostra vera natura. Il cervello e il DNA iniziano a risvegliarsi. Le capacità che possono manifestarsi vanno dal vedere attraverso i veli eterici altre dimensioni all'emergere spontaneo della telepatia, dalla visione a distanza all'intuizione sensibile di avvenimenti futuri e dei pensieri e delle intenzioni degli altri. Il futuro contiene infatti una gamma infinita di nuove forme di percezione sensoriale. E' ciò che Meg Blackburn Losey chiama "settimo senso" e altri senso multidimensionale o universale. Più ci avviciniamo al 2012 e più il nostro settimo senso si sviluppa.

Più progrediamo verso il cambiamento di coscienza e più sono le persone che si risvegliano. Molti hanno contattato la Losey perché avevano paura di perdere il proprio equilibrio mentale o, al contrario, per comunicarle la loro eccitazione per la scoperta di altre realtà. Alcune persone con cui ha lavorato hanno sperimentato cambiamenti di consapevolezza così rapidi che la loro vita, e la loro realtà, sono cambiate radicalmente, potremmo dire nel giro di una notte. Nella sua personale esperienza, la consapevolezza ha fatto così tanti salti temporali che è come se lei si sentisse allineata con la totalità del tempo. Alcune persone che hanno ricevuto questo dono stanno imparando a usarlo in modi che non avrebbero mai immaginato. Altre si stanno risvegliando a vari gradi di espansione delle capacità sensoriali. A volte la realtà cambia rapidamente, come una forma che prima viene vista con la coda dell'occhio e poi appare perfettamente nel campo visivo. Per altri emerge alla consapevolezza un diverso "conoscere", ampliando la realtà quotidiana finché la consapevolezza di altre realtà diventa un'esperienza normale.

Sempre più spesso, le illusioni che abbiamo creato nella nostra vita crollano rivelando sistemi di credenze falsi e illusori, derivanti da realtà imposteci dalla famiglia, dagli insegnanti, dal clero, dalle strutture e da tutti coloro che ci hanno semplicemente trasmesso quello che conoscevano.

Quando la nostra realtà cambia drasticamente diventa difficile continuare a funzionare nel mondo tridimensionale e dobbiamo trovare un equilibrio tra il mondo tridimensionale e la nostra nuova consapevolezza. Nello stesso tempo, scopriamo che continuare a vivere nel vecchio mondo richiede una serie di strumenti completamente nuovi. Non solo, ma anche la nostra scala di valori cambia. Ciò che un tempo consideravamo importante si rivela inutile. Per esempio, la società, i genitori e gli altri ci hanno condizionato a credere che lo scopo della vita sia il successo, il raggiungimento degli obiettivi. Ma nessuno ci ha mai spiegato la vera natura del successo. Più cerchiamo di soddisfare i nostri desideri attraverso il possesso e gli oggetti esterni, o attraverso esperienze che ci diano sempre nuovi stimoli, e più ci sentiamo vuoti. Le imprese sportive sono un buon esempio: un nuovo record chiama sempre il successivo. Ma, con la nostra nuova coscienza, iniziamo a capire che in realtà non ci manca nulla. Incominciamo a sentirci interiormente pieni e interi, i nostri bisogni si semplificano e la nostra visione di allarga.

Le illusioni dell'esistenza nel mondo tridimensionale non sono più accettabili e viene il momento in cui varchiamo irrimediabilmente i confini della coscienza. La vera necessità diventa vivere in modo vero. Le cose che accettavamo come naturali non ci sembrano più tali. La nostra percezione della vita è completamente cambiata.

MEMORIES

Tutte quelle pazzie che ho fatto stanotte
beh saranno i miei migliori ricordi
voglio lasciarmi andare per questa notte
che sarà la migliore di tutti i tempi per me ...


 Si sta facendo tardi ma non mi interessa !




THE HOST


IL nostro pianeta è stato invaso da una razza aliena di Anime, che hanno preso definitivamente possesso dei corpi dei terrestri. Il mondo è diventato pacifico, pulito, sono scomparse le malattie e i crimini, ma anche la quasi totalità degli esseri umani. I sopravvissuti vivono in clandestinità nel deserto....
E la trama continua raccontandoci il FILM sotto una chiave che accetto con riserva.
Vi domanderete perchè, visto che il FILM è su tutti gli schermi mondiali e rivela molti particolari vicinissimi alla realtà.
E' proprio per questo che  sospetto  un depistaggio, un ennesimo inganno costruito ai danni del mondo perchè le cose non credo stiano proprio così, non credo che grazie alla loro invasione corporea la terra stia godendo di un tempo migliore. Io credo esattamente il contrario, ma lascio  a Voi di fare le vostre considerazioni.
In aggiunta pubblico un commento estratto sulla Pagina Officiale di FB di Varo Venturi a cui era stato chiesto cosa pensasse del FILM:
 
Varo Venturi:
Non l'ho ancora visto,  nè ho letto il romanzo.
Comunque conosco la storia, ho visto i vari trailers e osservo attentamente "Twilight" Meyer, un'autrice che è stata eletta "timoniera" per le nuove (si fa per dire) comunicazioni vamp/aliene di sistema.
A parte che alcune inquadrature, almeno nel trailer, fanno impressione per quanto ricordano 6GST (aperture occhi varie, ecc) questa mi sembra la più terribilmente furba operazione cinematografica ed editoriale, ribaltante, mai vista!
Quella ufficialmente più in antitesi con quello che portiamo avanti e sosteniamo noi, tanto quasi da far pensare male... 
Cioè, un po' come Avatar, per altre ragioni, con questo film i milioni, anzi, miliardi di seguaci di questa autrice, cosa capiranno principalmente, inebetiti dai soliti trucchi narrativi archetipici, endless love, action, complicazioni rocambolesche, ecc.?
Che sono buoni e bravi quelli che NON hanno anima...
Qui gli alieni sono le "anime", che parassitano gli umani, hanno creato un mondo pulito e perfetto, e possedendo l'umanità ne spengono l'istinto bellicoso, la possibilità di reagire... al di là dei conflitti spirituali-filosofici, che io non ho rinunciato a portare in rilievo in 6GST.
In questo FILM  è il CONTRARIO ESATTO!!
Alla fine poi per far andar via queste anime/parassite basta fare un taglio sul collo (quindi presumo lasciar uscire sangue) e aspettare.... !!
Capite la potenza strategica di questa/e operazione/i??
Mille piccioni con una fava!!!
Ricordo ora che in Breaking the dawn la sorella vampira di Edward a un certo punto va a procacciare sangue 0 RH negativo per salvare Bella... 
Questa Meyer sa le cose  e lavora incessantemente, protetta da chi sappiamo (...) con centinaia di milioni di dollari di budget, lanci planetari stratosferici, massima attenzione dei media...
Beh, vista così, sembrerebbe una lotta impari, oltretutto quel film lo vedranno tutti, ma proprio tutti, noi compresi (se non altro per investigare) aumentando a dismisura la temperatura della manipolazione mentale, tanto da poter addirittura convincere i "dotati" che avere quest'anima non è un opportunità, per cui meglio regalarla, no?
Ma chissà, magari queste Anime, in questa realtà, alla fine magari si incazzano (altro che non reattive) si uniscono, ma sul serio, decidendo di porre fine a quest'inganno...
Vedremo, meglio tardi che mai, anche se troppo tardi mmhh.. 
Anche perchè non posso non rimarcare che mentre qui, cercando di sopravvivere e fronteggiare le mille incombenze, stiamo a batterci con impegnative conferenze di ore e ore, cercando di ricambiare le richieste di tutti (che a volte sono pretese incredibilmente facilone e/o superficiali) studiando, scrivendo, ricercando, rischiando e sperimentando sulle proprie spalle, oltretutto contrastati continuamente da trolls, teste vuote, cecchini di sistema, disinformatori, spioni, infiltrati, ufologi, teleguidati e non, sovente persino da chi semmai dovrebbe sostenere e aiutare, ecc, ecc, ecc, dietro l'angolo è pronta un'altra Stephanie Meyers, con un'incontrastabile potenza di fuoco mediatica, promozionale, dilagante, e tutti pronti a metter mano al portafogli...
Siamone consci, la diffusione della consapevolezza richiede il massimo dell'attenzione e del sostegno, perchè le tecniche di "disattivazione" mentale stanno progredendo esponenzialmente in modo pauroso, e potrebbero anche avere la meglio. Dopodichè..BUONANOTTE!! 

giovedì 11 aprile 2013

CONFERENZA NUOVO ORDINE MONDIALE

ANDRE PULCINI & STEFANO RANUCCI PRESENTANO:


Conferenza "Nuovo Ordine Mondiale" (29/03/2013)

Con Enrica Perucchietti, Varo Venturi, Paolo Franceschetti e Gianluca Marletta e con l' intervento di Marco Gafarelli.

Società segrete, omicidi massonici, controllo e manipolazione di massa, magia e aristocrazia nera, entità interdimensionali e rituali occulti, consapevolezza e coscienza.






VIDEO INTEGRALE:


ANGELI DEMONI ALIENI - PRECISAZIONI DALLA RUSSIA



CARO PAPA FRANCESCO,
 
Vorrei chiederTi cosa ne pensi di questa affermazione da parte dei Popi:

POPE RUSSO:
Angeli e Demoni ESISTONO per davvero, ma sono spesso scambiati per ALIENI da chi li incontra......

LUISLUCE: 
Gli Alieni esistono per davvero...
, ma spesso sono scambiati per ANGELI e DEMONI da chi li incontra...... ;-)
By * LuisLuce


Russia:

Pope, alieni sono angeli e demoni

Per dignitario Patriarcato Mosca avvistamenti celano apparizioni

(ANSA) - MOSCA, 9 APR - Angeli e demoni esistono per davvero, ma sono spesso scambiati per alieni da chi li incontra. E' questa l'originale teoria sostenuta in un'intervista all'agenzia Ria Novosti da un influente dignitario della Chiesa ortodossa russa, padre Vsevolod Chaplin, che cura le relazioni pubbliche del Patriarcato di Mosca.

Per l'alto prelato, angeli e demoni ''sono creature reali'' e ''gli esseri umani vengono in contatto con loro perche' essi a volte vogliono rivelarsi''.




NOTIZIA ANSA NEW

sabato 6 aprile 2013

TRAPPOLA PER ZANZARE

COSTRUIRNE UNA  E' SEMPLICE!


 
 
 
 
 
Oggetti necessari:

Quello che ci serve è fondamentalmente:

200 ml di acqua
50 grammi di zucchero di canna,
1 grammo di lievito (lievito di pane, che si trova in qualsiasi supermercato)

Una bottiglia di plastica da 2 litri.

Procedura:


1° . Tagliare la bottiglia di plastica (tipo PET) a metà.
Lasciare da parte la metà con il collo.

 2 °. Mescolare lo zucchero di canna con l'acqua calda.
Lasciate raffreddare. Quando è freddo, versare nella metà inferiore della bottiglia.

 3 °. Aggiungere il lievito.
Non c'è bisogno di mescolare. Crea anidride carbonica.

 4 °. Posizionare la parte imbuto, capovolta, nell'altra metà della bottiglia.

 5 °. Avvolgere la bottiglia con qualcosa di nero, meno la parte superiore e mettere in qualche angolo della vostra casa.

In due settimane si vedrà la quantità di zanzare e le zanzare che sono morti all'interno della bottiglia.

Oltre a mantenere pulite le nostre case, questo metodo può essere applicato ovunque.

 By * LuisLuce


 

venerdì 5 aprile 2013

LA PRIMAVERA



LA PRIMAVERA

 Nell’aria il profumo dei Fiori
anticipa la nuova stagione.


Si indeboliscono i venti
che fino a ieri sferzavano la pelle.

IL freddo si affievolisce,
mentre il tepore con una carezza,

risveglia i sensi.


Lo scrigno della terra si riapre
regalandoci ancora una volta,
i suoi tesori.
 
La gioia, i sorrisi e il buon umore
 ci annunciano che la Primavera è con NOI

 

By * LuisLuce


IL CUORE E IL SESSO

NON  VANNO SEMPRE D'ACCORDO COME AFFERMA LA MEDICINA!
By * LuisLuce
 
 

mercoledì 3 aprile 2013

VAGINA ANTISTUPRO

"A MALI ESTREMI ESTREMI RIMEDI"
By *LuisLuce








 Pare che sia vero:
La violenza sessuale è diventata endemica nel sud dell'Africa, così una dottoressa di nome Sonette Ehlers ha sviluppato un prodotto che ha attirato subito l'attenzione nazionale.
Ehlers non poteva dimenticare una vittima di violenza che le disse con tristezza:
"se solo avessi avuto i denti laggiù".
Qualche tempo dopo, un uomo entrò in ospedale dove lavorava la dottoressa con un dolore insopportabile perchè il suo pene era rimasto incastrato nella cerniera dei pantaloni.
Ehlers fuse queste immagini e creò un prodotto chiamato RAPEX.
Assomiglia a un tubo con all'interno delle spine.
La donna lo inserisce come un tampone, con un applicatore e qualsiasi uomo cerchi di stuprarla si imbatte nelle spine e deve andare a un pronto soccorso perchè il RAPEX sia eliminato.
Quando i critici asserirono che questo era un castigo medievale, la Ehlers rispose:
"Uno strumento medievale per un atto medievale"