Trai vantaggio dai consigli che un saggio mette egli stesso in pratica (Hazrat Ali)

Trai vantaggio dai consigli che un saggio mette egli stesso in pratica (Hazrat Ali) Il prezzo della conoscenza è la responsabilità di condividere (Anonimo)

sabato 24 novembre 2012

LA FONDAZIONE KESHE

Tutto quello che viene publicato in questo post è frutto della mia ricerca nella rete.
Resta pertanto invariato lo scetticismo con cui inizialmente ho commentato il primo articolo sulla FONDAZIONE KESHE:
Mancano pochi giorni e potremmo sapere se le promesse fatte a Luglio saranno mantenute.
E' inutile che vi dica quanto sia perplessa e sicura che questo sia un' altro buco nell' acqua.
Mi piacerebbe senz'altro essere smentita, perchè questo risulterebbe un passo molto importante per guardare al futuro con più serenità.
Resta comunque il fatto che gli strumenti debbano essere utilizzati dai "Governi della Luce e non da quelli nell' ombra"!......
BY LUISLUCE

AGGIORNAMENTO DEL 23 OTTOBRE 2012

Taiwan ha mandato 250 scienziati per capire le nuove tecnologie.
USA:
Dopo le elezioni OBAMA ha contattato subito la fondazione e ha tolto il mandato di cattura contro KESHE



AGGIORNAMENTO DEL 26 OTTOBRE 2012










Secondo il principio della Fondazione Keshe di trasferire le sue tecnologie in ogni paese del mondo, siamo orgogliosi di annunciare che la nazione e il governo dell’Italia ha accettato il trasferimento di tecnologia del programma spaziale della Fondazione Keshe.

Il 26/10/2012 alle ore 16:00 del pomeriggio come da pre-concordato appuntamento con i funzionari dell’ambasciata italiana a Bruxelles, i...

n Belgio, il direttore della Fondazione Keshe M.T. Keshe ha consegnato ai funzionari del governo italiano e ai rappresentanti scientifici addetti, tutti i brevetti completi (brevetti pubblici e nascosti) della Fondazione Keshe, il progetto del reattore spaziale, l’unità di montaggio del reattore e la progettazione della navicella spaziale.

Il trasferimento di tecnologia, come con il governo della Sierra Leone, è stato nel formato di dati elettronici salvati su una chiavetta USB.

Il funzionario dell’ambasciata ha immediatamente controllato il contenuto della chiavetta USB e ha confermato che i file di brevetti e i disegni schematici sono completamente sulla chiavetta USB che hanno ricevuto.

La sessione è stata video registrata e secondo il protocollo diplomatico, dato che il video è stato preso all’interno dei locali del territorio della nazione italiana, sarà archiviato e non verrà mostrato in pubblico, se non diversamente indicato dall’ambasciata italiana e dal governo.

Ora la nazione d’Italia è diventata la prima nazione in Europa che ha accettato il pieno trasferimento di tecnologia del programma spaziale della Fondazione Keshe per portare pace e prosperità alle nazioni del mondo.

Diamo il benvenuto agli scienziati e funzionari del governo italiano e alla nazione Italia per il programma spaziale Keshe Foundation.

Abbiamo offerto il nostro completo know-how e il supporto tecnico ai rappresentanti della nazione italiana presenti alla riunione, se invitano la Fondazione Keshe a visionare il corso dello sviluppo.

Come da precedenti discussioni, porteremo insieme presto tutte le nazioni ad aderire al programma spaziale in modo che potranno scambiare il know-how e le conoscenze su uguali basi e livello scientifico.

Vorremmo ringraziare tutte le persone italiane e i gruppi della comunità di internet che hanno incoraggiato il loro rappresentante del governo a partecipare alla riunione del 06/09/2012 presso il centro della Fondazione Keshe per gli ambasciatori dei governi mondiali, e ora vediamo il frutto del vostro duro lavoro.

Il trasferimento delle conoscenze non è stato effettuato su basi economiche ed è stato dato gratuitamente alla nazione Italia dalla Fondazione Keshe come abbiamo fatto con le nazioni di Iran e Sierra Leone.

Annunceremo i nomi di altre nazioni man mano che entreranno a far parte del programma spaziale nelle prossime settimane.

Diamo il benvenuto alla Nazione Italia al programma spaziale più avanzato che esista al momento, che consentirà a questa nazione di essere in grado di mettere gli uomini nello spazio prima della fine del 2013.

La Fondazione accoglie Keshe colleghi scienziati italiani a pacifici spazi aperti dell’universo e al nostro programma spaziale.

Sicuramente nelle prossime settimane e mesi la vostra nazione e la Fondazione Keshe realizzerà tecnologie di guida per la prosperità della vostra nazione e dell’umanità.

M. T. Keshe
Director of the Keshe Foundation

Ciro Pirone, l’ingegnere italiano che lavora in Germania, che ha intervistato Keshe lo scorso 26 settembre ha commentato dicendo che:

“Ho avuto la conferma che un ufficiale dell’ambasciata italiana ha ricevuto direttamente da Mr. Keshe una penna USB contenente molti file tra i quali è stato possibile identificare le applicazioni brevettate e molti disegni di parti. Mi è stato detto che i file sono attualmente in fase di revisione per l’ulteriore elaborazione e il processo decisionale. La ringrazio molto signor Keshe.”






AGGIORNAMENTI 10 OTTOBRE QUI'    

AGGIORNAMENTI DEL 21 SETTEMBRE QUI'

AGGIORNAMENTI DEL 6 SETTEMBRE  QUI'

Mancano pochi giorni e potremmo sapere se le promesse fatte a Luglio saranno mantenute.

E' inutile che vi dica quanto sia perplessa e sicura che questo sia un' altro buco nell' acqua.
Mi piacerebbe senz'altro essere smentita, perchè questo risulterebbe un passo molto importante per guardare al futuro con più serenità.
Resta comunque il fatto che gli strumenti debbano essere utilizzati dai "Governi della Luce e non da quelli nell' ombra"!

Comunque recuperando la notizia, si dice che l' Ambasciata Italiana a Bruxelles, ha fatto presente che l' Italia manderà una sua rappresentanza tecnica alla sede della Fondazione Keshe a Ninove in Belgio il prossimo 6 SETTEMBRE, in occasione della presentazione di nuove tecnologie basate sul plasma.
La FONDAZIONE KESHE ha promesso di divulgare al mondo il 21 SETTEMBRE notizie riguardanti tecnologie spaziale,  sistemi gravitazionali e magnetici (Magravs), e consentire a tutti gli scienziati del mondo, di produrli e duplicarli per risolvere la crisi energetica e la carenza di acqua. 

Per chi volesse ducomentarSi:

DOCUMENTO SULLA LA FONDAZIONE:  KESHE

SITO DELLA FONDAZIONE KESHE


LO SPECCHIO DEL PENSIERO:





Video tradotto in Italiano




*Giuliana Conforto su Meheran Keshe: Finalmente sfatato il tabu’ della gravita’.*


 Il 12 luglio 2012 è uscita la notizia di eccezionali tecnologie in grado di modificare la gravità e di consentire viaggi tra un continente e l’altro in pochi minuti. L’ingegnere nucleare iraniano Mehran Keshe ha progettato dei reattori al plasma capaci di generare i propri campi, magnetico e gravitazionale, e contrastare così quelli della Terra.

Non conosco la tecnologia, ma riconosco i suoi fondamenti teorici e sono felice che sfati il tabù della gravità, il “mistero” che la scienza ortodossa spaccia per risolto e che, invece, non lo è affatto.

In un video l’ingegnere nucleare, Mehran Keshe, mostra i principi base della sua tecnologia, indicando l’esistenza al centro della Terra di un wormhole – un buco nero – e proponendo una concezione della materia simile a quella che io considero in sintonia con il Modello Standard. Nel mio libro Il Parto della Vergine, suggerisco che il “buco” al centro della Terra coincide con quello che i geofisici chiamano “inner inner core” – una sfera di 300 km di raggio – al centro del Core Cristallino.

Non solo: dico anche che questo buco nero è il SOL INVICTUS legato al culto di Mitra, iniziato nell’antica Persia (Iran) e propagatosi a Roma antica. I tasselli della storia ritornano con le tesi ermetiche che ripropongo: il buco nero al centro della Terra è in istantaneo contatto con quel buco bianco che è il sole in cielo. È una rivoluzione astronomica e antropica, proposta da millenni e cancellata sia dalle religioni che dalle scienze.


Le tesi ermetiche non sono effetti del metodo scientifico, ma prove di un’abilità naturale del cervello umano che è una strabiliante antenna dell’iperspazio. Nei miei seminari io e anche tanti altri abbiamo “visto” che il sole in cielo non è affatto la palla di gas, dipinta dai modelli astrofisici. Nel nucleo del sole, non ci sono milioni di gradi né la tanto decantata fusione calda. La tecnologia gravitazionale di Keshe ha di sicuro qualcosa di vero e non è affatto una bufala. Mi chiedo quali governi invieranno i loro rappresentanti agli appuntamenti di settembre 2012 fissati dalle Keshe Foundation. Come potranno trovare gli “esperti” in grado di comprenderla? Potrebbe cambiare le sorti del mondo, ma rischia di arenarsi nel solito gioco del potere.

È la voluta ignoranza della realtà reale che il cervello umano può riconoscere, ma a patto di travolgere le “certezze” scientifiche a cui crede tenacemente. Come faccio notare nel mio libro c’è una somiglianza tra la tradizionale immagine del SOL INVICTUS e la SPIRALE di PARKER che descrive i moti dell’IMF (Interplenatry Magnetic Field) che spazza l’intero sistema solare. La loro caretteristica comune è la dualità dei moti che si alternano tra antiorari e orari, oggi si sa con una sorprendente celerità (2-3 minuti). È un fenomeno che fa presagire l’evento annunciato da molte profezie: la rivelazione che il cielo non è realtà, ma un film in 3D.

Intanto i governi “buoni”, tra cui quello italiano, minacciano quello dell’Iran che è “cattivo” ed è contro Israele. Tutti, “buoni” e “cattivi” cercano di nascondere la realtà reale e ignorano la volontà dei popoli che è pace e prosperità, giustizia vera, interesse per tecnologie che ci liberano dalla condanna biblica “lavorare con il sudore della fronte.” Il mio invito è diffondere la notizia della Keshe Foundation in modo che ai suoi appuntamenti vadano i ricercatori seri e che tecnologie così innovative non siano sepolte dal potere che agita i “valori” virtuali, spread, PIL, etc.

Giuliana Conforto



Nessun commento:

Posta un commento